ISEE: che cosa è, come funziona, come si richiede e come si calcola


Pubblicato il 2021-10-31

Autore: Dott. Adriano Butera - Dottore Commercialista e Revisore Legale


Immagine articolo: ISEE: che cosa è, come funziona, come si richiede e come si calcola

Condividi

Spazio disponibile

ISEE: Oggi sempre più agevolazioni vengono correlate all'utilizzo dell' Indicatore della Situazione Economica Equivalente ( ISEE ).

Vi spieghiamo cos'è, come funziona, come fare per richiederlo e come calcolarlo con questa nostra guida completa.

Che cos'è l'ISEE?

ISEE è l'acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Tale indicatore serve a fornire una valutazione della situazione economica delle famiglie, tenendo conto del reddito di tutti i componenti, del loro patrimonio. Esso tiene conto di una scala di equivalenza che varia in base alla composizione del nucleo familiare. Il calcolo dell'indicatore tiene conto inoltre di particolari situazioni di bisogno, prevedendo una scala di equivalenza più vantaggiosa che determina trattamenti di favore per i nuclei con tre o più figli o dove sono presenti persone con disabilità o non autosufficienti.

L' ISEE è necessario per l'accesso alle prestazioni sociali la cui erogazione dipende dalla situazione economica familiare.

Come faccio a sapere il mio reddito ISEE?

Per ottenere la propria certificazione ISEE, e quindi conoscere l'indicatore del reddito ISEE, è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un modello dichiarativo che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare.

La DSU può essere presentata in qualsiasi periodo dell'anno. Gli ISEE elaborati nel 2021 hanno validità fino al 31 dicembre 2021.

Come si fa a presentare l'ISEE 2021 ?

Per predisporre l'ISEE sarà necessario presentare la DSU presso:

  • INPS - la DSU può essere compilata on line, direttamente dall'interessato, utilizzando il servizio dell'INPS. 
  • un CAF - la DSU può essere compilata e trasmessa attraverso i CAF, che prestano assistenza gratuita ai cittadini sulla base di una convenzione stipulata con INPS;
  • ISEE precompilato - dal 2020 la normativa ISEE introduce la DSU precompilata, caratterizzata dalla presenza di dati precompilati forniti dall'Agenzia delle Entrate e da INPS, cui vanno aggiunti quelli autodichiarati da parte del cittadino. Il servizio è disponibile in via sperimentale sul sito dell'INPS, che mette a disposizione anche tre tutorial per spiegare le diverse fasi necessarie all'acquisizione della pre-compilata. Il cittadino può accedere al servizio direttamente o tramite i CAF, conferendo apposita delega.

Quali sono le tipologie di ISEE e in cosa differiscono?

In base alle esigenze del richiedente è possibile richiedere diverse tipologie di ISEE. Le Tipologie esistenti sono:

ISEE standard o ordinario

L' ISEE ordinario contiene le principali informazioni sulla situazione anagrafica, reddituale e patrimoniale del nucleo familiare. Questo tipo di indicatore vale per la maggior parte delle prestazioni.

ISEE università

Lo studente che vuole accedere alle prestazioni per il diritto allo studio universitario deve identificare il proprio nucleo familiare e se non “autonomo” (per essere considerati autonomi bisogna soddisfare entrambi i requisiti: residenza fuori dalla casa di abitazione da almeno due anni e presenza di adeguata capacità di reddito) viene “attratto”, solo per le prestazioni universitarie, nel nucleo dei propri genitori, pur avendo diversa residenza

ISEE socio sanitario

L' ISEE socio sanitario è utile per l'accesso alle prestazioni sociosanitarie come l'assistenza domiciliare per le persone con disabilità e/o non autosufficienti, l'ospitalità alberghiera presso strutture residenziali e semiresidenziali per le persone che non possono essere assistite a domicilio. Le persone disabili maggiorenni possono scegliere un nucleo più ristretto rispetto a quello ordinario. Per esempio, una persona maggiorenne disabile non coniugata e senza figli, che vive con i genitori, in sede di calcolo ISEE può dichiarare solo i suoi redditi e patrimoni.

ISEE socio sanitario residenze

Tra le prestazioni socio sanitarie alcune regole particolari si applicano alle prestazioni residenziali come i ricoveri presso Residenze Socio Sanitarie Assistenziali (RSA, RSSA). Si ricorda che in tal caso l'ospitalità alberghiera non è a carico del Servizio sanitario nazionale. Anche in questo caso è possibile optare per la dichiarazione del nucleo più ristretto. Per il calcolo dell' ISEE si tiene conto della condizione economica anche dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare, integrando l'indicatore con una componente aggiuntiva per ciascun figlio. Tale previsione consente di differenziare la condizione economica dell'anziano non autosufficiente che ha figli in grado di aiutarlo, da quella di chi non ha alcun aiuto per fronteggiare le spese del ricovero.

ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi

Questa tipologia di indicatore è utile per l'accesso alle prestazioni agevolate rivolte ai minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi. Per il calcolo occorre prendere in considerazione la condizione del genitore non coniugato e non convivente per stabilire se essa incida o meno sull' ISEE del nucleo familiare del minorenne.

ISEE corrente

L' ISEE corrente consiste in un ISEE aggiornato dei redditi e trattamenti degli ultimi 12 mesi (o 2 mesi, in tal caso i redditi saranno moltiplicati da INPS per 6 al fine di rapportarli all'intero anno, in caso di interruzione dei trattamenti ovvero se il lavoratore è dipendente a tempo indeterminato per il quale sia intervenuta la perdita, sospensione o la riduzione dell'attività lavorativa) quando si siano verificate rilevanti variazioni del reddito ovvero di eventi avversi come la perdita del posto di lavoro o l'interruzione dei trattamenti.

Anche nell’ipotesi di rilevanti variazioni del patrimonio, a decorrere dal 1° aprile di ciascun anno, è possibile ottenere il calcolo dell’ ISEE corrente sulla base dei patrimoni posseduti alla data del 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della DSU .

Come viene determinata la scala di equivalenza nell'ISEE?

L'indicatore ISEE dipende sia dai redditi ma anche dal numero di componenti del nucleo familiare, il cui numero determina il valore da indicare nella scala di equivalenza. I valori della scala di equivalenza per l'Isee 2021 per ogni componente di un nucleo familiare sono i seguenti:

  • 1 per un componente del nucleo familiare;
  • 1,57 per due componenti del nucleo familiare;
  • 2,04 per tre componenti del nucleo familiare;
  • 2,46 per quattro componenti del nucleo familiare;
  • 2,85 per cinque componenti del nucleo familiare.
  • Per ogni ulteriore componente del nucleo familiare oltre il quinto il valore della scala di equivalenza da considerare è 0,35.

Sono previste inoltre ulteriori maggiorazioni che sono:

  • 0,2 in caso di nuclei familiari con tre figli;
  • 0,35 in caso di quattro figli;
  • 0,5 in caso di almeno cinque figli;
  • 0,2 per nuclei familiari con figli minorenni e per nuclei familiari composti esclusivamente da genitore solo non lavoratore e da figli minorenni;
  • 0,3 per nuclei familiari con almeno un figlio di età inferiore a tre anni compiuti, in cui entrambi i genitori o il singolo genitore hanno svolto attività di lavoro o di impresa per almeno sei mesi nell'anno di riferimento della dichiarazione dei redditi;
  • 0,5 per ogni componente con disabilità media, grave o non autosufficiente.

ISEE: Quali documenti servono per fare l'ISEE?

I documenti per poter richiedere il modello ISEE online o presso il CAF sono i seguenti:

Documenti ISEE relativi al nucleo familiare

I documenti necessari per fare l'ISEE sono:

  • stato di famiglia o autocertificazione dello stato di famiglia;
  • codice fiscale degli appartenenti al nucleo;
  • documento d’identità valido;
  • ultima dichiarazione dei redditi (modello UNICO o modello 730);
  • certificazione dei redditi (Certificazione Unica, ex CUD);
  • contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato;
  • saldo contabile dei depositi bancari e postali;
  • estratti conto con giacenza media annuale dei depositi bancari e postali al 31/12/2019;
  • azioni o quote detenute presso società od organismi di investimento collettivo di risparmio;
  • dati patrimonio immobiliare così come risultanti da visura catastale posseduti alla data del 31/12/2019;
  • contratto di assicurazione sulla vita.
  • titoli di stato, buoni postali, partecipazioni azionarie, obbligazioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio ecc
  • mutui (Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà)
  • targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto, posseduti alla data di presentazione della dichiarazione.

Inoltre per predisporre alcuni particolari modelli di ISEE bisogna inoltre avere a disposizione anche i seguenti documenti per il calcolo modello ISEE 2021 e DSU:

  • certificati di invalidità;
  • documentazione attestante compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche (ivi compreso somme percepite da enti musicali, filodrammatiche e similari).

A quale data devono essere aggiornati i documenti ISEE 2021 patrimonio mobiliare e immobiliare?

Ai fini del calcolo e della compilazione della DSU ai fini ISEE 2021 sarà necessario avere a disposizione anche i dati relativi al patrimonio mobiliare e immobiliare al 31/12/2019.

Vanno dichiarate nell'ISEE le partecipazioni societarie o le imprese individuali ?

I titolari di imprese individuali e soci partecipanti in società di persone o di capitali sono tenuti a dichiarare nel quadro FC2 della DSU di richiesta ISEE il valore del patrimonio netto o il valore della propria impresa.

Valore ISEE ditte individuali

Per le ditte individuali nel caso di imprese individuali in contabilità semplificata il valore da indicare sarà determinato dal valore delle rimanenze finali e del costo complessivo dei beni ammortizzabili, al netto dei relativi ammortamenti, nonché degli altri cespiti e/o beni patrimoniali.

Per le ditte individuali nel caso di imprese individuali in contabilità ordinaria il valore da indicare sarà determinato dal valore del patrimonio netto.

Valore ISEE partecipazioni societarie

Per le partecipazioni in societa di persone in contabilità semplificata il valore da indicare sarà determinato dal valore delle rimanenze finali e del costo complessivo dei beni ammortizzabili, al netto dei relativi ammortamenti, nonché degli altri cespiti e/o beni patrimoniali. Tale valore andrà commisurato al valore della quota di partecipazione.

In caso di partecipazioni in società di capitali come SRL o SPA, essendo le imprese obbligate al deposito del bilancio, il dato da indicare nel campo FC2 cod. 99 sarà pari il valore percentuale di partecipazione del patrimonio netto in base all’ultimo bilancio approvato prima della presentazione della DSU.

Il prospetto di calcolo sarà il seguente:

Come fare il calcolo dell'ISEE?

Il calcolo dell’ISEE si ottiene dall’ISE (il reddito complessivo familiare più il 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare) diviso il parametro della scala di equivalenza. Il patrimonio mobiliare dovrà essere ridotto di un importo massimo pari a 10.000.

In base al numero di componenti del nucleo familiare, i parametri aumentano di valore (e quindi l’ISEE diminuisce).

La formula completa per il calcolo dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente sarà:

ISEE= ISE { Reddito + [(Patrimonio Mobiliare -10000)+ Patrimonio Immobiliare) × 0,20] } / parametro della scala di equivalenza

Esempio pratico di calcolo ISEE:

Supponiamo che un famiglia sia composta da 4 persone con un reddito complessivo di 50.000 ed un patrimonio mobiliare di 50.000 € e un patrimonio immobiliare di 50.000 € il calcolo dell'isee sarà il seguente:

50000 + [(50000 -10000)+ 50000) × 0,20] } /2,46

Il valore ISEE sarà di 27.642,28 €

A cosa può servire l'ISEE?

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente oggigiorno viene richiesto per tantissime agevolazioni messe a disposizioni da INPS, enti locali e altri enti. Esempi di agevolazioni che possono essere richiesti con l'ISEE:

Ad esempio occorre per richiedere il Reddito di cittadinanza, in quanto per accedere al beneficio è necessario non superare una determinata soglia ISEE. Il valore ISEE rientra tra i requisiti richiesti per l’accesso anche ad altri aiuti economici e sostegni al reddito.

Come fare l’ISEE online da soli senza CAF o il commercialista?

La soluzione per fare l'ISEE senza l'ausilio di un CAF o di un commercialista è quello di utilizzare il servizio "ISEE precompilato" online dell’INPS il quale consente a cittadini e famiglie di inviare telematicamente e in autonomia la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), e di ottenere l’attestazione ISEE in poco tempo.


Vuoi rimanere sempre aggiornato? clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook



Vuoi maggiori info? Contattaci subito!