Bando ISI INAIL 2021. Dal 2022 possibile ricevere contributi 65% fondo perduto per investire sulla sicurezza sul lavoro


Scade il: Maggio 2022


Pubblicato il 2021-12-06

Autore: Dott. Adriano Butera - Dottore Commercialista e Revisore Legale



Condividi

Spazio disponibile

Bando ISI INAIL 2021: Pubblicato il nuovo bando ISI INAIL 2021/2022, arrivato all'undicesima edizione, che finanzierà i progetti da realizzare a partire dal 2022.

Cos'è il bando ISI INAIL ?

Il bando con contributi a fondo perduto ISI INAIL , è sicuramente uno dei finanziamenti a fondo perduto più interessanti e di facile accesso, con il quale vengono messi a disposizione delle imprese contributi a fondo perduto per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L'INAIL con il bando ISI, concederà dei contributi alle imprese per poter investire nella sicurezza sul lavoro. I contributi a fondo perduti variano dal 50 al 65% dell'investimento con un contributo massimo che può arrivare a 130.000 euro.

Secondo quanto preannunciatonella  delibera Inail CIV n. 11 del 23 settembre 2021, per l'anno 2021/2022 verrà stanziata dall' INAIL la somma di 273 milioni di euro, 62 milioni di euro in più rispetto al 2020/2021 . Le risorse sono ripartite in budget regionali e suddivise in cinque assi di finanziamento ( viene reintrodotta l'asse 5 dedicata al setttore agricoltura), differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati . 

Cosa finanzia il bando ISI INAIL 2020/2021?

Rispetto alle precedenti edizioni vengono confermate le misure che incentivano progetti di investimento, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale  e gli interventi di bonifica amianto, riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi. Anche quest'anno il bando prevede uno stanziamento ad hoc per le micro imprese operanti nei settori attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali. Viene reintrodotto l'asse 5 dedicato alle imprese agricole.

Per quest'anno le linee di investimento quindi sono:

  1. Progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  2. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi 
  3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  4. Progetti per le imprese operanti nelle attività di raccolta, trattamento,smaltimento dei rifiuti erecupero dei materiali;
  5. Progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli
     

Lo stanziamento è pari a complessivi € 273.000.000 di cui:

  • 112.200.000 Euro per i progetti di investimento ed i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (tipologia 1)   ;
  • 40.000.000 Euro per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (tipologia 2)
  • 74.000.000 Euro per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (tipologia 3);
  • 10.000.000 Euro per i progetti per le imprese operanti nelle attività di raccolta, trattamento,smaltimento dei rifiuti erecupero dei materiali;
  • 37.500.000 Euro per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

Esempi interventi finanziabili dal bando ISI INAIL 2021

Sono finanziabili pertanto tutta una serie di investimenti come ad esempio:

  • impianti antincendio,
  • impianti elettrici a norma,
  • piattaforme mobili di carico
  • muletti e argani
  • sostituzione tetti dei capannoni in amianto
  • bobcat ed escavatori
  • pavimentazione antiscivolo
  • copricassoni per camion
  • messa in sicurezza muri di cinta
  • dispositivi di aspirazione
  • tutti quegli investimenti atti ad aumentare la sicurezza dei lavori.
  • Acquisto di nuovi trattori e rimorchi.
  • Macchine semoventi agricole (seminatrice, vendemmiatrice ecc)

Quali contributi fondi perduti sono previsiti?

I contributi a fondi perduti per le tipologie 1,2 e 3 è del 65% ed potrà essere compreso tra un minimo di 5.000 euro ed un massimo di 130.000 euro. Per gli investimenti della tipologia 4 è previsto un contributo a fondo perduto per le imprese pari al 65% ed un finanziamento compreso tra 2.000 e 50.000,00 Euro. Per gli investimenti della tipologia 5 è previsto un contributo a fondo perduto per le imprese agricole pari al 40%  (50% se giovani imprenditori agricoli) dell'investimento.

L’invio delle domande avverrà attraverso il sito del INAIL. La presentazione delle domande avverrà per step. In primavera 2022 verrà presentato il cronoprogramma delle scadenze che per grandi linee dovrebbe riproporre lo schema del passato che è stato: Il primo step è rappresentato dalla presentazione delle domande a partire dalla metà di Aprile fino a fine Maggio  per la valutazione del punteggio minimo necessario alla partecipazione e per l'inserimento della domanda. A partire dai primi di Giugno le imprese che abbiano raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che le identificherà in maniera univoca e potrà partecipare al click day.

Come si presenta la domanda e quando scade il bando ISI  INAIL 2021/2022?

Sul portale Inail - nella sezione Accedi ai Servizi Online - le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali. La domanda compilata e registrata, esclusivamente, in modalità telematica, dovrà essere inoltrata allo sportello informatico per l’acquisizione dell’ordine cronologico, secondo quanto riportato nel documento “Regole Tecniche e modalità di svolgimento”. Le domande ammesse agli elenchi cronologici dovranno essere confermate, a pena di decadenza dal beneficio, attraverso l’apposita funzione on line di upload/caricamento della documentazione, come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.
Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata alle scadenze dell’Avviso Isi 2021, dal 26 febbraio 2022.

Il bando seguirà il presente cronoprogramma:

 

(Aggiornato al 23/12/2021)

Quali sono i prerequisiti per poter partecipare al bando ISI INAL 2021/2022?

Innanzitutto i progetti finanziabili devono rispettare, oltre ai criteri specifici definiti in ciascun Allegato tecnico di riferimento per la tipologia di intervento, i seguenti criteri generali:

  • devono essere realizzati nei luoghi di lavoro nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda; qualora intervenga, dopo la presentazione della domanda, una variazione del luogo di lavoro, il progetto rimane ammissibile solo qualora la stessa sia debitamente motivata e non comporti la modifica dei parametri i cui punteggi ha nno consentito il raggiungimento della prevista soglia di ammissione;
  • non possono determinare un ampliamento della sede produttiva;
  • non possono comportare l’acquisto di beni usati;  devono essere riferiti alle lavorazioni ch e l’impresa ha già attive alla data di pubblicazione del bando e il rischio oggetto dell’intervento deve essere riscontrabile alla medesima data, con l’esclusione de i progetti dell’Asse 5 per i quali il miglioramento consista nella riconversione produttiva prevista per la Misura 1a)

Ulteriori requisiti sono;

  •  avere attiva nel territorio di questa Regione/Provincia autonoma l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto. 
  • essere regolarmente iscritti negli appositi registri o albi nazionali, regionali e provinciali in data non successiva alla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale del bando ISI INAIL. Il progetto deve essere riferito alla lavorazione iniziata in da ta non successiva alla pubblicazione del presente Avviso, riscontrabile dai documenti aziendali o adempimenti di legge, anche tramite il documento di valutazione dei rischi (DVR), laddove previsto dalla tipologia di intervento selezionata;
  • essere regolarmente iscritti alla gestione assicurativa e previdenziale (assoggettati) ed avere il DURC;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione volontaria 
  • per le sole micro e piccole imprese operanti nella produzione primaria dei prodotti agricoli destinatarie dei finanziamenti di cui all’Asse 5, erogati nel rispetto del Regolamento (UE) 702/2014 come modificato dai Regolamenti (UE) 2019/289 e 2020/2008 e dei finanziamenti di cui all’Asse 3, non aver ottenuto, a seguito della verifica amministrativa e tecnica della documentazione a conferma della domanda on line, il provvedimento di concessione del finanziamento per uno degli Avvisi Isi 2017, 2018 con riferimento all’Asse di finanziamento 5 o per l’Avviso Isi Agricoltura 2019/2020;

Quali sono i costi non ammissibili al bando INAIL 2021?

Per coloro che parteciperanno al Bando INAIL 2021 non saranno finanziabili le spese relative all’acquisto o alla sostituzione di:

  • dispositivi di protezione individuale
  • veicoli, aeromobili e imbarcazioni non compresi nel campo di applicazione del decreto legislativo n.17/2010;
  • ponteggi fissi.
  • trasporto del bene acquistato;
  • consulenza per la redazione, gestione e invio telematico della domanda di finanziamento;
  • formazione dei lavoratori;
  • adempimenti, compreso l’aggiornamento, inerenti alla valutazione dei rischi d
  • compilazione della domanda di finanziamento,
  • manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera;
  • acquisizioni tramite locazione finanziari a (leasing) ad eccezione del noleggio con patto di acquisto esclusivamente previsto per i progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli di cui all’Asse 5;
  •  costi del personale interno (ad esempio, pe rsonale dipendente, titolari di impresa, legali rappresentanti e soci);
  • costi autofatturati;
  • spese fatturate dai soci (persone fisiche e/o giuridiche) dell’azienda richiedente il contributo;
  • interventi forniti da imprese con le quali il richiedente abbia rapporti di controllo, di partecipazione finanziaria, o amministratori , consiglieri e rappresentanti legali in comune;

Bando ISI INAIL 2021 : possibile ripartecipare se ho già ottenuto contributi in anni passati?

Come specificato nel bando potranno presentare domanda di finanziamento i soggetti destinatari dei finanziamenti precedenti agli Avvisi Isi 2017, 2018, 2020;

Per prenotare l'assistitenza da professionisti nella predisposizione delle domande, nella redazione di  perizie giurate e DVR propedeutici alla partecipazione al Bando ISI INAIL 2021 invia una mail a incentivisicilia@gmail.com

Se volete rimanere sempre informati cliccate sul "Mi Piace" della nostra pagina Facebook "Incentivi Sicilia"  o iscrivetevi alla nostra newsletter dal riquadro predefinito di iscrizione su questa pagina.


Vuoi rimanere sempre aggiornato? clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook



Vuoi maggiori info? Contattaci subito!