56 milioni € per investire in Sicilia in innovazione con la misura 1.1.5 del PO FESR


Pubblicato il 2017-06-24


Immagine articolo: 56 milioni € per investire in Sicilia in innovazione con la misura 1.1.5 del PO FESR

Scade il: 21 Settembre 2017


Al fine di incentivare l'innovazione tecnologica di processo e di prodotto per la creazione di nuovi mercati e in termini di miglioramento dei prodotti, è stato pubblicato giorno 23 giugno 2017 sulla GURS il bando della misura 1.1.5 del POR FESR Sicilia 2014/2020 finalizzata al “sostegno all’avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala”. La dotazione finanziaria è pari a 56.062.268,80  €

I progetti dovranno prevedere anche una ampia attività di diffusione dei risultati a livello degli ambiti individuati nella  strategia innovativa S3 regionale. L’obiettivo sarà perseguito mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Possono presentare domanda le Imprese e le Grandi imprese, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (ReteContratto) , Accordo di partenariato o altra forma contrattuale), in partenariato con università, centri od organismi di ricerca pubblici e privati o in alternativa distretti tecnologici regionali. Nel caso di reti d’impresa non ancora costituite, i proponenti dovranno sottoscrivere impegno a formalizzare la creazione del nuovo soggetto entro 60 giorni dalla data del decreto regionale di concessione delle agevolazioni. 

Saranno finanziati progetti che prevedano sviluppo di prototipi e dimostratori, nonchè l’applicazione a livello industriale di una o più tecnologie abilitanti chiave (Key Enabling Technologies, KET) negli ambiti tematici di rilevanza strategica regionale individuati nella Strategia di Specializzazione Intelligente (S3): Agroalimentare, Economia del Mare, Energia, Scienze della Vita, Turismo, Cultura e Beni culturali, Smart Cities and Communities. 

Le agevolazioni sono concesse per la realizzazione di progetti il cui costo complessivo non può superare € 4.000.000,00 riferito alle sole spese ammissibili e verranno concesse sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Le spese ammissibili dal bando sono:

  • spese di personale (fino al 50% delle spese totali ammissibili): ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati nel progetto. 
  • costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto.
  • costi relativi agli immobili nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto.
  • costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto prestati da soggetti esterni all’organico;
  • spese generali supplementari e altri costi, compresi i costi dei materiali, delle forniture e dei prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto;
  • spese generali determinate in un rapporto massimo del 7% del valore complessivo delle altre spese su base forfettaria.

Gli aiuti di cui al presente Avviso sono concessi nella forma di contributi in conto capitale con intensità di aiuto così determinate:

  • il 50 % dei costi ammissibili per la ricerca industriale
  • 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale

L'intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata fino a un'intensità massima del 80 % dei costi ammissibili come segue:

  1. di 10 punti percentuali per le medie imprese e di 20 punti percentuali per le piccole imprese;
  2. di 15 punti percentuali se è soddisfatta una delle seguenti condizioni: i) il progetto - prevede la collaborazione effettiva tra imprese di cui almeno una è una PMI e non prevede che una singola impresa sostenga da sola più del 70 % dei costi ammissibili, o - prevede la collaborazione effettiva tra un'impresa e uno o più organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza, nell'ambito della quale tali organismi sostengono almeno il 10 % dei costi ammissibili e hanno il diritto di pubblicare i risultati della propria ricerca; ii) i risultati del progetto sono ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni, banche dati di libero accesso o software open source o gratuito.

Le spese ammissibili relative agli organismi di ricerca laddove questi non svolgano attività economica prevalente, sono ammesse a finanziamento fino al 100%. 

L’intensità del contributo concesso sarà determinato in base al 50% dei costi ammissibili per la ricerca industriale ed al 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale. L’intensità di aiuto può, tuttavia, essere aumentata fino a un’intensità massima dell’80%, secondo le condizioni delineate nell’Avviso (v. par. 3.5).

Le domande dovranno essere presentate, a pena di inammissibilità, attraverso il Portale delle Agevolazioni della Regione Sicilia entro le ore 12,00 del 21 Settembre 2017.

Per leggere il bando completo clicca qui.

Se volete rimanere aggiornati cliccate sul "Mi Piace" della nostra pagina Facebook "Incentivi Sicilia 2014 - 2020: finanziamenti, opportunità e lavoro" dal banner in basso.


Vuoi rimanere sempre aggiornato? clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook


Diventa un fan di Incentivi Sicilia