Nuovo Conto Termico 2016: contributi a privati fino al 65% per il miglioramento energetico delle abitazioni


Pubblicato il 2016-01-31


Immagine articolo: Nuovo Conto Termico 2016: contributi a privati fino al 65% per il miglioramento energetico delle abitazioni

Scade il: Pubblicazione in Gazzetta


Finalmente è stato approvato giorno 27 gennaio 2016 Il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico con cui viene riattivato il Conto termico per l'anno 2016. Il nuovo Conto Termico ha una dotazione finanziaria di ben 900 milioni di euro dedicati sia per interventi pubblici ma anche per privati cittadini e aziende.

Procedura semplificata per accedere agli incentivi e Nuove modalità di erogazione delle risorse ed estensione della misura anche agli impianti di potenza più elevata sono le principali novità contenute nel Decreto di aggiornamento del Conto Termico che rivede la disciplina per l’incentivazione dei piccoli interventi, per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili di cui al DM 28 dicembre 2012.

Nel dettaglio, le principali novità introdotte rispetto al meccanismo finora adottato sono:

  • l’eliminazione dell’iscrizione ai registri per pompe di calore elettriche o a gas e caldaie a biomassa di potenza termica superiore a 500 kW che d’ora in avanti potranno quindi accedere direttamente all’incentivo;
  • la predisposizione di un catalogo di prodotti di mercato idonei e prequalificati per l’accesso al meccanismo per i quali è prevista una procedura semi-automatica di riconoscimento (il catalogo è integrabile su richiesta degli operatori);
  • una nuova modalità di pagamento per la Pubblica Amministrazione. Viene introdotta la possibilità di erogare un acconto e pagamenti per stato di avanzamento lavori, nonché il rilascio in un’unica rata per importi fino a 5000 euro;
  • l’aggiornamento del contratto tipo predisposto dall’AEEGSI (Autorità per l’Energia elettrica, il gas e il sistema idrico) con termini di pagamento ridotti a 60 giorni da fine lavori rispetto ai 180 vigenti;
  • l’introduzione di nuovi interventi agevolabili e l’innalzamento delle soglie di accesso per pompe di calore elettriche, a gas, caldaie a biomassa e impianti solari termici;
  • la possibilità, per le sole pubbliche amministrazioni, di richiedere, prima della realizzazione degli interventi e al ricorrere di precise condizioni, la prenotazione degli incentivi con impegno all’erogazione delle risorse.

Accanto a queste novità vengono confermati gli incentivi per gli interventi di isolamento termico delle superficie opache, la sostituzione di chiusure trasparenti (compresi gli infissi), la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore a condensazione , pompe di calore elettriche e a gas, impianti geotermici e a biomassa, l’installazione di collettori solari termici, la sostituzione di scaldacqua elettrici con quelli a pompa di calore e l’installazione di sistemi di schermatura e ombreggiamento delle chiusure trasparenti prevendendo contributi fino al 40% della spesa sostenuta. Tale contributo può arrivare a coprire il 50% della spesa per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F e il 55% se all’opera si accompagna inoltre l’installazione di un nuovo impianto di climatizzazione l’incentivo.

Inoltre vengono previsti contributi fino al 65% delle spese sostenute, anche per lavori che trasformino un immobile in edificio ad energia quasi zero e contributi. Tra tali costi rimborsabili (fino all 100% per le pubbliche amministrazioni e per il 50% per imprese e privati) rientrano i costi per l’incarico a un tecnico professionista per la redazione della diagnosi energetica e dell’attestato di prestazione energetica.

Nei prossimi giorni avverrà la pubblicazione in gazzetta.Alleghiamo la bozza del decreto (clicca qui)

Invita i tuoi amici a mettere "Mi Piace" alla nostra pagina Facebook "Incentivi Sicilia 2014 - 2020: finanziamenti, opportunità e lavoro" per essere sempre aggiornati.

 


Vuoi rimanere sempre aggiornato? clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook